Infezioni ricorrenti alle vie urinarie e intime, come evitarle?

Parliamo di infezioni ricorrenti alle vie urinarie e intime, un disagio che può riguardare moltissime donne in menopausa. C’è un modo per evitare che ciò accada? C’è qualche accorgimento quotidiano per limitare il rischio di incorrere in fastidiose cistiti, vaginiti o candidosi?

 

Prima di tutto è importante avere una funzione intestinale regolare. Se si soffre di colon irritabile, questa può essere una delle prime condizioni predisponeneti alle cistiti e alle vaginiti.

Il consiglio è quello di assumere quotidianamente dei probiotici, di bere molta acqua e di seguire un corretto regime alimentare.

Purtroppo in presenza di una atrofia vaginale in presenza di un pH vaginale alcalino vicino a 6, si favorisce la proliferazione e l’attecchimento in vagina di germi patogeni.

Se la causa è l’atrofia vaginale?

È importante sapere che oggi esistono trattamenti farmacologici locali e orali che sono capaci di riportare il pH vaginale e di riportarlo a valori normali, creando un ambiente ostile allo sviluppo batterico.

Siamo capaci oggi di aumentare lo spessore della mucosa vaginale, di renderla più elastica e più lubrificata e più resistente ai traumatismi e agli sfregamenti. Basta rivolgersi al proprio ginecologo.

Trova un esperto

Book readerI medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.


Staff Medico

Emmanuele A. Jannini

Ordinario di Endocrinologia e Sessuologia Medica

Staff Medico

Roberta Rossi

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa

Staff Medico

Rossella Nappi

Clinica Ostetrica e Ginecologa

Staff Medico

Maria Vittoria Oppia

Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Elena Vita

MSL & Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Massimiliano Barattucci

Psicologo, Psicoterapeuta