Dispareunia. Guida al dolore sessuale

dispareunia coppia dolore
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro staff medico

La dispareunia indica la manifestazione di un dolore sessuale, che si sviluppa durante o dopo un rapporto intimo e in relazione a questo nella zona genitale.

La dispareunia viene inserita dai medici tra i Disturbi Sessuali Femminili (FDS) e spesso associata al vaginismo, ma non è esattamente la stessa cosa. La dispareunia è infatti tipicamente un disturbo che interessa le donne in menopausa, mentre il vaginismo ha origini per lo più psicologiche e può interessare anche ragazze giovani.

Punti chiave del disturbo

  • È un dolore che si manifesta durante o dopo il rapporto sessuale nella zona pelvica o vaginale
  • È diffuso tra le donne in menopausa: quasi 1 donna su 2 ha a che fare con dolori durante o dopo l’amore
  • Si possono indicare diversi tipi di dispareunia (primaria, superficiale, profonda, etc) ma generalmente si tratta di un dolore che sorge in relazione a un rapporto sessuale
  • I sintomi sono principalmente il dolore, localizzato nella zona genitale e/o pelvica e che persiste dopo il rapporto. A volte si uniscono a questo sintomo principale anche altri sintomi correlati come secchezza vaginale, dolore al contatto, anche durante le visite ginecologiche e piccole perdite ematiche.

Per identificare la dispareunia è importante che tu faccia caso a:

  • Momento in cui inizi a provare dolore durante o dopo il rapporto
  • Periodo di vita che stai attraversando. È importante segnalare al ginecologo se si tratta di un momento particolarmente stressante o faticoso della tua vita
  • Qual è il contesto nel quale si sviluppa il dolore e se ci sono dei momenti “tipici”, ad esempio quando vai in bagno dopo il rapporto, subito dopo l’orgasmo, etc.
  • Localizzazione del dolore – la più esatta possibile

Le cause principali possono essere:

Incidenza della dispareunia nelle donne in menopausa: quante donne ne soffrono?

In menopausa la dispareunia è un disturbo molto frequente. Sistima che ne soffra il 45% circa delle donne dopo i 55 anni (post-menopausa) ma è da relativamente poco tempo che se ne parla. Fino a qualche decennio fa, infatti, c’era una certa ritrosia innanzitutto delle donne a parlare della propria intimità in menopausa con il ginecologo, ma anche del ginecologo stesso a considerare questa sintomatologia come qualcosa da poter trattare opportunamente per riconsegnare una vita intima soddisfacente alla donna.

Per fortuna oggi non è più così: se dovessi avvertire in più occasioni un qualche dolore dopo il rapporto, localizzato nella zona pelvica, che permane per alcuni minuti oppure anche per qualche giorno, è importante parlarne con lo specialista.

Trova un esperto

Dispareunia: dove si avverte il dolore?

Se pensi di avere un problema di dolore sessuale è importante che tu ti concentri per cercare di localizzare il dolore nel modo più preciso possibile. È questo che darà la possibilità al tuo medico di comprendere esattamente di quale tipo di dispareunia parliamo e qual è il trattamento migliore.

Generalmente si tratta di un dolore simile a un crampo (una contrazione) che può manifestarsi al livello dell’ingresso vaginale o nel canale vaginale. Generalmente questo tipo di dolore viene percepito immediatamente, già durante il rapporto o subito dopo.

Altre volte il dolore è più profondo e si espande nella zona pelvica e anche fino all’ano. Di solito nelle dispareunie più profonde il dolore incomincia dopo il rapporto, alcune volte anche diverse ore dopo, e dura nel tempo più a lungo.

I sintomi della dispareunia o dolore sessuale

Il sintomo più evidente è il dolore ed è anche il più caratteristico di questo disturbo. Il dolore si presenta dopo un rapporto e non in modo casuale durante la giornata. È questa la cosa più evidente che fa individuare correttamente questo disturbo.

Sintomi correlati alla dispareunia

Oltre al dolore durante o dopo la penetrazione, a volte la dispareunia dà anche altre manifestazioni sintomatiche che possono essere correlate alla principale.

Tra i sintomi più frequentemente associati al dolore durante i rapporti ci possono essere la secchezza vaginale, il calo del desiderio (per evidenti difficoltà legate alla conduzione del rapporto intimo), una iper-sensibilità della mucosa vaginale spesso associata a infiammazioni da contatto o sfregamento (anche al contatto con la biancheria intima), dolori anche durante una semplice visita ginecologica del tutto simili a quelli che si provano durante o dopo i rapporti intimi.

Le cause possibili della dispareunia

Al di là della relazione evidente che c’è tra dispareunia e menopausa, non si può certo dire che la menopausa sia la causa della dispareunia. Sono le condizioni che possono intervenire in menopausa (alcune fisiologiche, altre no) che possono essere alla base dell’insorgenza del disturbo.

Parliamo dell’Atrofia Vulvo Vaginale, una condizione molto frequente in menopausa (riguarda una donna su due), oppure di altri disturbi legati alla sfera psicologica (ansia, depressione) che con l’arrivo del climaterio possono comparire.

I trattamenti efficaci per la dispareunia

Se avverti un dolore correlato a un rapporto intimo, prima di affrontare il problema da qualsiasi altro punto di vista, è importante che tu ne parli con il tuo ginecologo. Questa situazione potrebbe infatti portare a un evitamento dei rapporti intimi che non fa bene né alla coppia, né a te stessa come donna, né tantomeno alla tua sessualità in generale.

Continuare ad avere una vita intima attiva anche dopo la menopausa è importante per molte ragioni, sia fisiche che psicologiche e il tuo ginecologo o uno specialista esperto in problematiche inerenti la menopausa potrà aiutarti certamente a mantenerla viva fin quando lo desideri.

È importante esaminare bene il problema con il medico e cercare di capire quali sono gli aspetti più importanti per intraprendere un percorso personalizzato.