Le donne sono uniche, così come le terapie per i loro problemi

Prof. Emmanuele A. Jannini

Ordinario di Endocrinologia e Sessuologia Medica – Università di Roma Tor Vergata

Presidente dell’Accademia Italiana per la Salute della Coppia

Informarsi è giustissimo, ma evitare il fai-da-te è obbligatorio

Il consiglio delle amiche di Tiziana, cassiera in una catena di supermercati, si è spessissimo dimostrato prezioso in tante situazioni. L’errore che tuttavia Tiziana rischia di compiere è di pensare che ciò che ha aiutato una delle amiche possa aiutare un’altra nello stesso modo. Così le terapie “dolci”, le erbe, i decotti, le creme a base “naturale” possono dare a qualcuna la sensazione di un (provvisori) miglioramento, ritardando così la risoluzione vera del sintomo. Si tratta di solito di prodotti lubrificanti che sono meri palliativi sintomatici che non vanno ad agire sulla causa del disturbo.

Le donne (e le menopause) sono tutte diverse

E poi non dimentichiamo che le menopause (come le donne!) son tutte diverse. Soltanto il ginecologo che parla di salute sessuale delle sue pazienti può personalizzare con successo, come un bravo sarto, la terapia dell’AVV di Tiziana, dopo un po’ di tentativi basati sui volenterosi quanto inutili consigli delle amiche o (peggio) rubati a Internet, trova la volontà di chiedere al suo ginecologo di essere aiutata per il dolore coitale che blocca la sua sessualità da quando è in menopausa.

Trova un esperto

Quali saranno i prossimi video? Ecco un’anteprima

  • 28 gennaio – Quando le spiegazioni del medico non sono sufficienti
  • 11 febbraio – Diventare alleati del proprio ginecologo significa una terapia più efficace