Quella sensazione di bocca secca o bocca amara: cos’è?

bocca secca

Molte donne in menopausa sono spesso assillate da un problema di bocca secca o amara. Da cosa può dipendere?

La secchezza delle mucose è uno degli effetti più comuni e fastidiosi della menopausa. Come sai, ha la sua causa nelle alterazioni della produzione ormonale che provocano la diminuzione progressiva dei livelli di estrogeni e progesterone. Sono i primi, in particolare, ad essere i “responsabili” della secchezza delle mucose che può interessare, oltre alla zona vulvo-vaginale, anche la bocca e gli occhi.

Secchezza della bocca in menopausa: da cosa può dipendere

È scientificamente dimostrato che esiste una correlazione tra estrogeni e ghiandole salivari: la produzione dei primi svolge un ruolo importante per la salute delle seconde. Così, quando i livelli degli ormoni femminili si abbassano, com’è fisiologico che accada alla fine della vita fertile, si riduce l’attività delle ghiandole salivari. La conseguenza è una diminuzione della produzione di saliva, da cui può derivare la sensazione di secchezza in bocca.

Questo spiega perché molte donne in menopausa lamentano di avere la bocca secca. Sebbene sottovalutata, questa è una condizione particolarmente antipatica perché può alterare la percezione dei sapori e, nei casi più severi, può rendere difficile persino parlare. Per questi motivi le questioni bocca secca/bocca amara (ne parliamo in seguito) sono molto dibattute anche nei gruppi social di donne in età matura.

Secchezza della bocca in menopausa: quali conseguenze?

La secchezza della bocca si definisce con il termine medico-scientifico “xerostomia” (secchezza delle fauci). La xerostomia può essere responsabile di una serie di fastidi e disagi del cavo orale, anche in virtù del fatto che una scarsa salivazione potrebbe costituire un fattore di rischio per l’attacco dei batteri:

  • alito cattivo
  • difficoltà di deglutizione (con conseguente difficoltà di digestione)
  • bocca amara (a causa dell’alterazione del gusto)
  • Candida orale (o mughetto) (si manifesta con la lingua sporca, biancastra)
  • infezioni gengivali
  • parodontite
  • carie dentale

Sensazione di bocca amara: cos’è

La carenza ormonale, lo abbiamo detto, ha effetti sull’attività delle ghiandole salivari. Poiché la saliva svolge un ruolo importante nel ridurre l’acidità della bocca innalzandone il pH verso livelli neutri (6,5-7), una ridotta produzione salivare potrebbe ostacolare questo processo e, di conseguenza, comportare la sensazione di avere un cattivo sapore in bocca (bocca amara).

Vuoi un Teleconsulto ?

È facile! Richiedi un colloquio in videoconferenza da casa tua con un ginecologo esperto in menopausa vicino a te.

Vuoi un teleconsulto

In più, come spiega la nota ginecologa Alessandra Graziottin, una delle massime esperte in menopausa e sessuologia, “la ridotta produzione di estrogeni e androgeni tipica di questa fase della vita altera non soltanto la quantità della produzione salivare ma anche la sua composizione chimica”. Anche questa condizione, dunque, può concorrere all’antipatica impressione di avere la bocca amara.

Un altro fattore che, in generale, può concorrere alla sensazione di bocca amara è la stipsi.

C’è di più: questo disturbo può essere un corollario frequente della menopausa perché i cambiamenti ormonali, e il crollo dei livelli di estrogeni in particolare, hanno effetti anche a livello intestinale.

Sensazione di bocca amara: cosa si può fare

Vediamo quali accorgimenti possono aiutarti a ridurre la sensazione sgradevole di avere la bocca secca e amara.

Per prevenire la sensazione di bocca secca e amara può essere utile:

  • curare di più l’igiene orale
  • effettuare sciacqui periodici con un collutorio (utili anche per l’alito cattivo)
  • evitare alcol e fumo
  • seguire un’alimentazione equilibrata, in particolare ridurre al minimo gli zuccheri (che possono contribuire alla sensazione di bocca secca)
  • adottare uno stile di vita sano che favorisca la regolarità intestinale

Ma ricorda: così come è importante farsi seguire costantemente da un ginecologo per tutto il periodo del climaterio e della menopausa, è altrettanto importante effettuare controlli periodici dal dentista.