Secchezza intima durante il rapporto: dal problema a una possibile soluzione

coppia matura felice

Un momento di gioia e di benessere che viene rovinato, un disturbo che viene scambiato per qualcos’altro, un imbarazzo che fa ritrarre dal piacere, come le antenne di una chiocciola quando le sfiora qualcosa. Sono situazioni di donne che incontrano la secchezza e non sanno ancora che può essere efficacemente risolta.

Le informazioni mediche contenute in questo articolo sono state approvate dal nostro staff di medici e specialisti

Non è questione di voglia che non c’è, anche se ti sarà capitato di dover giustificare. O forse no, forse lui non ti ha chiesto niente, semplicemente tu hai sentito il bisogno di dire che quella secchezza… non dipende dalla testa, dal desiderio. Perché tu sai, sai come sei, e oggi non ti riconosci.

La secchezza intima è un disturbo che viene spesso taciuto perché è imbarazzante. Viene fuori e si manifesta nel momento dell’amore, quando vorresti solo abbandonare i pensieri, le preoccupazioni, le tensioni della giornata, quando non vorresti intralci tra la tua mente e il suo corpo.

Difficile dirlo persino alle amiche di sempre, per trovare un conforto. Come spiegare? Come raccontare senza usare parole più forti di quanto tu sia abituata a concepire?

Eppure siamo di fronte a un problema estremamente comune. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Fenomenologia della secchezza intima in menopausa (fra ieri e oggi)

Dopo i 55 anni – quando per la maggior parte delle donne la menopausa è un’esperienza acclarata – la vita intima potrebbe subire dei cambiamenti. Fino a qualche decennio fa la donna matura intimità e menopausaera considerata “fuori” da ogni attività sessuale, e anzi si tendeva a vedere con gran sospetto chi continuava a manifestare la propria femminilità fosse anche solo nel vestire.

Ma una donna di 55 anni è ancora giovane. E alzi la mano chi sostiene il contrario. Anche nella vita di coppia. Nessuno considera più un tabù la nostra sessualità, che c’è sempre stata, beninteso: anche le nostre nonne provavano emozioni, solo che a volte le convenzioni erano così rumorose da frenare gli impulsi naturali e i desideri.

Però succede che le cose non siano fluide come sempre: insomma ci si impegna, ma c’è qualcosa che non funziona. Diciamolo chiaramente: siamo secche. No, non magre purtroppo. Secche.

E mentre la magrezza sarebbe una grande soddisfazione per molte, la secchezza è l’unica cosa al mondo in grado di far rimpiangere i dolori mestruali.

Secchezza intima in menopausa: quali sono le cause?

I cambiamenti ormonali che la menopausa si porta con sé sono la causa più probabile della tua secchezza. Dunque – per la proprietà transitiva delle sfortune – possiamo anche dire che è “colpa” della menopausa e non se ne parla più.

Però, se la menopausa è un evento fisiologico che deve accadere nella vita di una donna, la secchezza no, non deve essere sopportata in religioso silenzio, né tollerata, né – tantomeno – trascurata.

Le cause della secchezza vaginale in menopausa sono dovute alla ridotta capacità che le pareti della vagina hanno di “autoidratarsi” attraverso un sistema complesso di produzione di fluidi. Quando arriva la menopausa questo ecosistema cambia. Cambia la quantità di trasudato e cambia con esso la capacità di idratazione, sia in condizioni normali, sia quando ci sono i requisiti per un incontro passionale.

Se vuoi saperne di più puoi leggere questi articoli:

I motivi per cui non dovresti far finta di niente sono almeno due: in primo luogo perché ciascuna di noi ha diritto a una propria intimità, ha diritto di vivere la propria vita di coppia come meglio crede e nel modo più soddisfacente; in secondo luogo perché la secchezza, sebbene sia correlata agli equilibri ormonali che cambiano, potrebbe essere un campanello d’allarme per un’altra frequente patologia che colpisce il 50% circa delle donne in menopausa: l’Atrofia Vulvo Vaginale.

Secchezza vaginale: l’unico rimedio davvero efficace

Trova un esperto

Esiste un rimedio, l’unico veramente efficace ed è prenotare al più presto una visita dal ginecologo. Solo riportare allo specialista questo problema può davvero condurre a una soluzione duratura e non palliativa.

La secchezza intima è in alcuni casi normale, ma quando è normale non provoca né dolore, né sanguinamenti, né fastidi.

Quando invece sopraggiungono altri fastidi come quelli appena elencati è arrivato il momento di fare il passo decisivo per il proprio benessere e andare dal ginecologo. Non c’è altra via.

E se ti imbarazza parlarne con il tuo solito medico, perché è un uomo, perché ti ha visto in momenti migliori, perché semplicemente ti conosce già, puoi sceglierne un altro vicino a te dalla nostra lista. Si tratta di ginecologi particolarmente attenti alle tematiche inerenti la menopausa e sapranno consigliarti il percorso migliore per ritrovare il tuo benessere personale e di coppia.

(*) Referenze

  • Nappi RE, Climacteric 2015; 18: 233-240
  • Nappi RE and Kokot-Kierepa M. Climacteric 2012; 15:36-44
  • Nappi RE, et al. Maturitas 2013; 75:373-379