Trucco over 50, tutto quello che devi sapere

trucco over 50

l trucco dopo i 50 anni può dare quel tocco in più per apparire giovanili per piacersi e piacere un po’ di più anche agli altri.

Il trucco è molto più di un accessorio per le donne: un velo di rossetto, un po’ di mascara, una spolverata di blush, ecco che lo specchio ti restituisce un’immagine più gradevole. Per non parlare delle occasioni speciali dove con qualche glitter in più si possono raggiungere risultati glamour e giocare a fare un po’ la diva.

Lo stile è soggettivo, chi ama un trucco più visibile, chi meno, chi apprezza i prodotti di marchi commerciali, chi si affida a invece a quelli di farmacia, tuttavia è davvero difficile rinunciare, soprattutto dopo i 50 anni a un tocco cosmetico. La cosa importante, però, è sapere come truccarsi per risultare più bella, per illuminare l’incarnato grazie a un piccolo segreto che può farti apparire più giovane e fresca.

Come truccarsi dopo i 50 anni

“Sebbene il make up sia un’arte composta (anche) da regole e tecniche, non è vero che c’è un trucco adatto alle donne over 50 eL'Atrofia Vulvo-Vaginale interessa una donna su 2 viceversa un altro proibito – dice l’esperto di immagine Massimo Infusino in un’intervista – Molto sta nell’armonia dei colori e nel rispetto dei tratti del volto. Manuali a parte, il trucco è valorizzare la donna nel complesso, in modo che la aiuti ad esprimere la sua propria bellezza. Bellezza che, superati i 50 anni ha ancora molto da dire”.

Niente regole ma qualche segreto più specifico per un viso maturo, quello sì, possiamo rivelarlo:

  1. Curare la pelle è più importante che truccarti. Se ti piace apparire naturale e non sei una fan di fondotinta e rossetti non è un problema, puoi anche concederti il lusso di uscire di casa senza un filo di trucco. La cosa alla quale non potrai mai più rinunciare dopo i 50 anni è però una buona crema idratante antirughe che abbia una giusta protezione dai raggi UV.
    Perfetti i prodotti attivi anche contro i cedimenti, magari a base di acido ialuronico o bava di lumaca che sono veri trattamenti estetici contro l’età che avanza.
    Riserva qualche attenzione in più alle zone più sensibili al tempo che passa come il contorno occhi e il contorno labbra, che potresti anche migliorare con un siero o con una crema ad azione specifica.
  2. .. alle sopracciglia. Cura le sopracciglia in modo che sollevino lo sguardo in modo naturale. Ricorda che non dovrebbero mai essere troppo sottili, se non vuoi che le rughette intorno agli occhi diventino più evidenti.
    Se in passato hai ecceduto con la depilazione e oggi ti ritrovi con una linea un po’ troppo sottile, puoi usare una matita per riempire la linea delle tue sopracciglia: ricordati di usare una tonalità di colore un po’ più scura di quella dei tuoi capelli, otterrai un effetto più naturale.
  3. Schiarisci tutti i toni. Ombretti, rossetto, fard, terra, blush. Qualsiasi sia lo strumento principale e più amato per realizzare il trucco quotidiano, dopo i 50 anni ricorda di schiarire i colori e le tonalità che scegli per realizzare il tuo makeup. Meglio non usare il nero per il contorno occhi che è consigliato solo come colore del rimmel.
  4. Ombretti: no ai madreperlati, sì ai prodotti a base acquosa. Gli ombretti dopo i 50 anni vanno sfumati per dare all’occhio una maggiore profondità e mascherare le rughe. Attenzione però ai prodotti in crema: se la base è grassa, i pigmenti scivolano e si concentrano nelle pieghe della palpebra rovinando qualsiasi effetto e sottolineando le rughe, mentre la formula con acqua è filmogena e si fissa senza dare strani effetti.
    Quanto alle palette, non devono mai mancare nel tuo beauty ombretti dai toni caldi e naturali, delle sfumature della terra: verde, marrone, ocra, terra di siena e grigio. Evita l’azzurro e i bianchi metallizzati che fanno sembrare l’occhio gonfio e stanco.
    Per ottenere un effetto illuminante, applica l’ombretto più chiaro sulla palpebra mobile sfumando verso le tempie. Usa invece una tonalità più scura per la parte superiore della palpebra e applica, invece, una polvere chiara (ma mai perlata!) sotto l’angolo esterno inferiore dell’occhio.
  5. Tanto mascara, ma solo sulle ciglia superiori. Scegli un mascara intenso, possibilmente nero, che dia anche un effetto rimpolpante alle ciglia e poi usalo, distribuendolo con generosità sulle ciglia superiori che vanno letteralmente “pettinate” verso l’esterno dell’occhio per dare un aspetto più accattivante e intenso allo sguardo.
    Se hai ciglia lunghe puoi usare il piegaciglia per rendere ancor più aperto l’arco e ravvivare l’occhio senza appesantire.
    Sulle ciglia inferiori è meglio evitare perché, scurendo l’area, potresti accentuare le occhiaie.
  6. Eyeliner addio! Meglio la matita. Per disegnare le linee dell’occhio è meglio evitare di marcare in modo deciso con un eyeliner. Meglio la matita che può essere sfumata facilmente con il polpastrello o con un pennellino e, in ogni caso, dà un aspetto più naturale. Allo stesso modo è consigliabile non marcare la linea inferiore dell’occhio perché appesantisce lo sguardo.
  7. Fondotinta: stop all’effetto “bambola di cera”. Hai presente quando il fondotinta è talmente spesso e la tonalità così distante da quella naturale da ottenere lo strano effetto “cerato”? Bene, dopo i 50 anni è assolutamente da evitare. Su una pelle matura, infatti, i fondotinta molto coprenti (tradizionalmente in crema) rischiano di scivolare nelle rughe andando a sottolineare proprio quello che vorresti mascherare.
    Innanzitutto scegli tonalità calde e non troppo coprenti: “Sopra i 50 anni, ci sono 3 tonalità da armonizzare – scrive in un’intervista Pablo Ardizzone, makeup specialist per un noto marchio di trucchi – il viso è più arrossato, il collo è più chiaro e il décolleté è più sul beige. Il colore del fondotinta deve essere un compromesso tra queste 3 aree. Il segreto è acquistarne due: uno chiaro e uno medio da mescolare in modo da dissimulare gli stacchi di colore con morbide sfumature”.
    In secondo luogo il fondotinta va steso bene per evitare l’effetto “maschera”: usa un pennello adatto oppure una spugna che ti aiutino a distribuire il prodotto. Ricorda che l’effetto-obiettivo di questo prodotto non è quello di coprire del tutto le macchie o le cuperose ma quello di omogeneizzare il colore nelle varie aree del viso e fornire una buona base al fard, ai blush e agli altri trucchi.
  8. Fard e blush per “tirare su” gli zigomi. Anche in questo caso usa la parsimonia ed evita le tonalità shocking. Bene i rossi e i rosa che possono anche essere mescolati insieme per effetti più naturali. Usa un pennello per sfumare il fard sugli zigomi verso l’esterno, sembreranno più alti e sodi. Se hai un viso tondo e pieno puoi accentuare la linea delle mascelle con un’ombra più scura di fard, ti aiuterà a mettere in evidenza occhi e bocca. Se hai un naso importante il consiglio è di scurirne un po’ i lati, lasciando una tonalità più chiara sulla linea superiore.
  9. Sbizzarrisciti con i rossetti e usa la matita per il contorno. La tua creatività e il tuo stile possono esplodere sulla scelta del rossetto, specie se non hai truccato molto gli occhi. Un bel sorriso è quello che rende ogni donna più bella e affascinante e puoi così giocare a valorizzare la bocca con colori vivaci e pieni: rossi porpora, aranciati, corallo oppure salmone, scegli pure la tonalità che ti piace e che ti si addice di più ma dimentica per sempre i lip gloss beige oppure neutri che invecchiano. Preferisci generalmente i rossetti dalle textures più compatte a quelli lisci e lucidi.
    Un altro piccolo segreto è la matita che va applicata dopo aver messo il rossetto e deve essere dello stesso colore.
  10. Per il trucco da sera mai più glitter e smokey eyes. Ti piacciono tanto i luccichini? Meglio scegliere paillettes e lustrini colorati che arricchiscano gli abiti. Scegliere ombretti e rossetti glitterati potrebbe avere l’effetto di accentuare rughe e cedimenti. Allo stesso modo evita il famoso trucco “smokey eyes”, ovvero costituito da un ombretto molto scuro (solitamente nero) e molto sfumato tutto intorno all’occhio. Lascia respirare il tuo sguardo e alleggerisci, anziché appesantire.

Trova un esperto

Se non hai dimestichezza può aiutarti il web

Se non hai confidenza con pennelli, sfumini e matite e non sai come valorizzare il tuo viso, oggi hai a disposizione dei veri corsi gratuiti e sempre disponibili per te. Basta avere una connessione a internet e sul web puoi trovare tantissimi video tutorial che ti illustrano, passo dopo passo, come rendere il tuo aspetto di donna matura migliore grazie al make-up.

Alcune di queste guide sono diventate celebri e le loro creatrici stimate professioniste. È successo a Lisa Eldridge, oggi truccatrice di famose star di Hollywood che è riuscita a collezionare fino a 140 mila visite a settimana per il suo video nel quale mostra come truccare al meglio una signora over 50 che voleva apparire più giovane senza il ricorso al bisturi.

Se hai confidenza con l’inglese puoi inoltre leggere una perfetta guida sul trucco per signore (purtroppo non è stata tradotta in italiano): “Toss the Gloss: Beauty Tips, Tricks & Truths for Women 50+”, un libro scritto da Andrea Robinson che dispensa suggerimenti e tecniche facili per valorizzare al meglio le caratteristiche del viso.

Purché tu stia bene con te stessa…

Col trucco o acqua e sapone, lo specchio deve sempre restituirti un’immagine che ti piace, quella di una “te” che ti somiglia, che ti appartiene e che ti rende fiera. Questo può accadere solo se sei soddisfatta della tua vita e di ciò che fai, se sei appagata sentimentalmente e a livello sociale, se il tuo atteggiamento è positivo e proattivo.

Perciò, prima di passare in profumeria a comprare un nuovo rossetto, assicurati che quel colore andrà solo a evidenziare un sorriso deciso e saldo che ti illumina ogni giorno e che ogni giorno t’accompagna.

Perché non c’è cosa che ti rende più bella della gioia e della serenità.

(*) Referenze

  • Nappi RE, Climacteric 2015; 18: 233-240
  • Nappi RE and Kokot-Kierepa M. Climacteric 2012; 15:36-44
  • Nappi RE, et al. Maturitas 2013; 75:373-379