Sintomi della menopausa e come influiscono sulla vita di coppia

sintomi menopausa e vita di coppia

I sintomi della menopausa in una donna sono diversi, alcuni riconoscibili, altri meno. Analizziamo quelli che influiscono negativamente sulla vita di coppia.

Sindrome climaterica è il nome scientifico che indica l’insieme dei sintomi della menopausa, periodo, molto variabile, che di norma è situato tra la metà dei quarant’anni e la metà dei cinquanta, sebbene l’età media dell’ingresso in menopausa sia di 51 anni.

Per quanto se ne parli e si cerchi di trovare delle sintomatologie comuni, in realtà la parola che la fa da padrone è soggettività. Essendo un evento fisiologico (ma anche psicologico) i sintomi caratteristici evolvono facilmente in disturbi variabili da donna a donna, sia per intensità che frequenza.

Nel tempo si è comunque trovato un colpevole principale cui imputare tutte le modifiche psico-fisiche del caso: il calo (o comunque il continuo fluttuare) dei livelli di estrogeni.

Sintomi della menopausa: non solo una questione fisica

Tra i sintomi più frequenti riportati dalle dirette interessate troviamo le vampate e le sudorazioni notturne, la secchezza di pelle e capelli, disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione, deficit della memoria, dolori articolari e muscolari, ma anche ansia e depressione, affaticamento facile, irritabilità e mal di testa.

Questo perché la menopausa è indicativa, a suo modo, della fase di invecchiamento del corpo della donna: indica, infatti, la fine del periodo fertile. E l’invecchiamento è un processo fisiologico inevitabile: il corpo cambia e necessita di nuove attenzioni e nuova consapevolezza.

Che la cute perda elasticità e diventi più secca, c’è da aspettarselo. Che si accumuli qualche rotolino di grasso in più attorno al girovita, è quasi normale (a meno di un’intensa attività fisica in palestra o di un’alimentazione sana ed equilibrata). Che i dolori artico-muscolari si presentino all’appello, è colpa del naturale indebolimento delle ossa e della minore elasticità delle articolazioni.

La verità è che mente e corpo sono legati a doppia mandata e se qualcosa non funziona nella mente è molto probabile che tutto il corpo ne risenta. Vivere dunque il periodo della menopausa con timore e angoscia ti porta ad accusare un peggioramento dei disturbi fisici legati a questa fase della tua vita.

I sintomi della menopausa e la vita di coppia

Classifica a parte meritano particolare attenzione i sintomi legati alla sfera sessuale nella vita di coppia: calo della libido, secchezza vaginale e rapporti sessuali dolorosi.

Se le cause dell’atrofia vulvo-vaginale sono fisiche, le sue conseguenze più importanti per la donna e il suo partner sono emotive”, racconta Emmanuele A. Jannini, ordinario di Endocrinologia e Sessuologia presso l’Università Tor Vergata di Roma e presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS). ”Alla minore frequenza nei rapporti sessuali si associa anche una minore soddisfazione, fino ad arrivare alla scelta di evitare i rapporti sessuali”.

Ma ciò non significa che sei destinata alla clausura e al “digiuno” sessuale, anzi.

Già, perché il desiderio non dipende solo dagli estrogeni, ma da quanto ti senti desiderabile e desiderata.

Secondo David Frederick, responsabile di The journal of sex research, studio condotto in California su 40.000 partecipanti, “Sono più felici le coppie che hanno rapporti frequenti, praticano sesso orale e altre varianti, cercano l’orgasmo e comunicano”. Ed ecco che intensificare i preliminari, fare la doccia insieme, puntare su una lingerie sexy, dedicarsi tempo per i massaggi, riassaporare il piacere di baci prolungati, raccontarsi fantasie e provare nuove posizioni, sono piccole attenzioni nei confronti del partner capaci di grandi risultati.

Ad oggi, puoi trovare soluzioni a molti dei tuoi disturbi.

Se noti una diminuzione di elasticità, puoi consultare un’ostetrica per farti suggerire una serie di esercizi ginnici per i muscoli perineali (o intensifica la frequenza dei rapporti: solo un muscolo che non si allena con costanza si atrofizza). Se la lubrificazione non è più quella di una volta, puoi parlarne con il ginecologo e scoprire come rendere il rapporto più piacevole per entrambi. Se c’è il desiderio, ma manca l’eccitamento, prova a giocare di fantasia, in modo diverso: il rapporto sessuale non è una gara, ma uno scambio di benessere.

Insomma, se arrivi informata e fai le scelte giuste per tempo potrai godere di una seconda giovinezza sessuale.

Trova un esperto

(*) Referenze

  • Nappi RE, Climacteric 2015; 18: 233-240
  • Nappi RE and Kokot-Kierepa M. Climacteric 2012; 15:36-44
  • Nappi RE, et al. Maturitas 2013; 75:373-379