Come spiegare al tuo compagno i cambiamenti del corpo in menopausa

spiegare la menopausa a lui

Se hai difficoltà a raccontare al tuo partner cosa è cambiato nel tuo corpo e qual è l’origine esatta dei tuoi disagi, anche nell’intimità, ecco un modo per dirglielo senza imbarazzi.

Poco alla volta il tuo corpo è entrato nel pieno dei cambiamenti tipici della menopausa e, mentre tu ti trovi alle prese con piccoli e grandi disagi legati ai capricci degli ormoni, potrebbe accadere che anche la relazione con il tuo partner subisca qualche scossone.

Intendiamoci: i cambiamenti del corpo fisici ed emotivi che la fine dell’età fertile può portare con sé, sono fisiologici e non sono certo responsabili dell’affievolimento di sentimenti intensi e legami forti. Molto più semplicemente, però, potrebbe accadere questi cambiamenti si facciano sentire soprattutto al livello intimo, con un impatto sul piacere dell’amore fisico. La conseguenza, a lungo andare, può essere qualche “frizione” nel tuo rapporto a due.

Perché questo accade? Cosa puoi fare? Lasciar correre e aspettare che le cose migliorino da sole non è una buona idea perché i tuoi disagi intimi non si risolveranno da soli. Anche dopo i 50 anni è possibile vivere un amore appagante. Questo è fondamentale per il tuo benessere psicofisico ma non solo: diversi studi dimostrano che in menopausa il sesso può essere meglio di una medicina.

Tocca a te però fare il primo passo spiegando al tuo compagno quali sono i cambiamenti del tuo corpo che in menopausa possono affievolire il desiderio e, più in generale, “mettere alla prova” il benessere della coppia.

Menopausa, quali disagi nell’intimità di coppia

Vuoi un Teleconsulto ?

È facile! Richiedi un colloquio in videoconferenza da casa tua con un ginecologo esperto in menopausa vicino a te.

Vuoi un teleconsulto

Alcuni disturbi intimi durante la menopausa potrebbero avere qualche ripercussione anche sulla sfera sessuale e farti passare persino il desiderio di coccole e intimità con il tuo lui. Stiamo parlando di:

  • Secchezza vaginale: con la menopausa si riduce la naturale capacità della pelle e delle mucose di idratarsi e mantenersi umide. Anche le pareti vaginali si fanno più secche e l’eccitazione non è in grado di stimolare la secrezione delle mucose così come una volta. Ecco che la penetrazione potrebbe diventare più difficile e dolorosa.
  • Prurito, bruciori e irritazioni: possono essere conseguenza della mancanza di lubrificazione naturale dovuta al calo nei livelli di estrogeni.
  • Infezioni ricorrenti: per effetto dei cambiamenti che interessano l’ambiente vaginale, in particolare la progressiva riduzione dell’acidità vaginale che costituisce una protezione naturale contro le infezioni, potresti accorgerti che vaginiti, candidosi e cistiti si presentano con frequenza. con una infezione in corso, l’amore non è raccomandabile
  • Dolore durante i rapporti (dispareunia): è la più comune conseguenza della secchezza vaginale. Si stima che ne soffra il 45% circa delle donne dopo i 55 anni (post-menopausa), ovvero quasi 1 su 2. Meno elastici, i tessuti vaginali, per effetto dello sfregamento meccanico durante il rapporto, possono irritarsi fino a lacerarsi e a subire microtraumi. Questa condizione può essere una delle cause all’origine delle perdite di sangue in menopausa, ma soprattutto del dolore che si prova durante e dopo il rapporto.
  • Calo del desiderio: a causa della diminuzione dei livelli di ormoni, del tutto naturale alla fine della vita fertile, l’attenzione per la sessualità potrebbe venire meno e molte donne potrebbero accorgersi che la spinta fisica verso il partner si affievolisce. Non è una situazione comune a tutte le donne, molte testimoniano invece che la fine della vita fertile e l’annullamento del rischio di una gravidanza inattesa ha portato una nuova ventata di “libertà” con il partner. Tuttavia i casi in cui accade esattamente l’opposto ci sono e vanno registrati. Anche in questo caso, come in tutti i casi che abbiamo elencato sopra, c’è moltissimo che puoi fare grazie a una visita dal ginecologo.

Se l’amore risulta difficile per colpa dell’AVV

Le problematiche che abbiamo descritto qui sopra potrebbero anche essere i sintomi-spia di una condizione patologica: l’Atrofia Vulvo-Vaginale: in menopausa e post-menopausa, ne soffre 1 donna su 2.

L’Atrofia Vulvo-Vaginale è una condizione cronica e progressiva, le cui avvisaglie sono proprio prurito intimo, secchezza vaginale, dispareunia e perdite. Per essere trattata con successo è fondamentale che sia diagnosticata precocemente dal ginecologo. Dunque: non saltare le tue visite periodiche, possono tutelare sia il tuo benessere quotidiano che quello di coppia.

La menopausa spiegata al tuo compagno

Anche se lui non può sapere cosa succede quando arriva una vampata di calore o il perché di quegli sbalzi d’umore, ricordati che in una fase delicata come quella che stai vivendo la complicità di coppia può fare la differenza.

Ecco cosa puoi fare concretamente per “vivere” la menopausa con lui e persino aiutarlo a capire, contribuendo a migliorare la tua vita di coppia.

  1. Parlagli in totale sincerità e senza giri di parole: spiegagli come sei cambiata e come le variazioni nei livelli ormonali possono provocare modificazioni a livello intimo. Se non riesci, puoi chiedergli di accompagnarti dal ginecologo: lo specialista spiegherà anche a lui come comportarsi e mettere in pratica quelle piccole accortezze per migliorare l’approccio all’amore e per facilitarti e rendere più piacevole il rapporto.
  2. Sii chiara anche nel far capire al tuo lui che non è il desiderio nei suoi confronti ad essere venuto meno, o il sentimento a vacillare, ma che ci sono “solo” cause meccaniche alla base delle vostre difficoltà nell’intimità. Soltanto conoscendo i tuoi impedimenti lui potrà sostenerti e aiutarti a stare meglio.
  3. Non lasciare mai che una serata di coccole finita non proprio come da programma si chiuda con silenzi e musi lunghi: i non-detti creano fratture che possono essere profonde anche nelle coppie più navigate e, soprattutto, dare luogo a malintesi. Per intenderci: non vergognarti di dire al tuo compagno che provi dolore. Meglio la sincerità piuttosto che fingere di avere sonno o mal di testa. Lui potrebbe sentirsi rifiutato e, alla lunga, questo potrebbe determinare un allontanamento sentimentale e pericolo di tradimenti.

La menopausa non è una malattia ma semplicemente una tappa del tutto naturale della vita di una donna: non vergognarti né davanti a te stessa né davanti a lui. A questo proposito, parlare apertamente di secchezza vaginale, dolore durante i rapporti, prurito e altri fastidi intimi può aiutare anche te a prendere coscienza delle trasformazioni che il tuo corpo attraversa.

La soluzione è una visita dal ginecologo

Questo è un passo fondamentale per poter raccontare disagi e fastidi che provi. Trova un ginecologo esperto in menopausa qui, vicino a casa tua: puoi anche prenotare un teleconsulto a distanza per chiarire i tuoi dubbi e poi, nel caso, prendere appuntamento. È il medico l’unico che possa salvaguardare la tua salute e il tuo benessere psicofisico.

La prevenzione e la diagnosi precoce sono due parole chiave per chiunque e a qualunque età, ancora di più per una donna che vive una fase di profonda trasformazione come la menopausa. In più il ginecologo può essere “amico” della coppia. Ecco perché la sola cosa utile e concreta che tu possa fare è rivolgerti ad uno specialista.

Un bravo ginecologo esperto in menopausa può rivelarsi un valido alleato per una coppia over 50 perché può aiutare entrambi i partner (sebbene da punti di vista diversi) a gestire quei “problemini” che spesso proprio sul più bello creano quei momenti imbarazzanti in cui vorresti dire di “no” al tuo partner. Se non altro perché puoi rivolgere domande dirette e ricevere risposte precise sul sesso in menopausa.

Se, invece, pensi di essere di fronte ad una vera e propria crisi sentimentale con il tuo lui, consulta anche uno psicologo: la terapia di coppia può aiutare l’amore a riaccendersi anche dopo i 50.

Vuoi un Teleconsulto ?

È facile! Richiedi un colloquio in videoconferenza da casa tua con un ginecologo esperto in menopausa vicino a te.

Vuoi un teleconsulto