Perdite ematiche in menopausa: le risposte del ginecologo

Perdite ematiche intime, un fenomeno frequente e che può mettere in allarme molte donne. La ginecologa Novella Russo spiega cosa è meglio fare in questi casi.

Perdite ematiche intime in menopausa

Il consiglio principale è di rivolgersi subito al proprio ginecologo. Dopo aver escluso un’origine cervicale o endometriale, una delle cause del sanguinamento vaginale è l’Atrofia Vulvo Vaginale. L’Atrofia Vaginale ha come conseguenze primarie: prurito, irritazione, bruciore che di base dipendono da una riduzione della lubrificazione vaginale, dello spessore delle pareti, dell’elasticità.

Perdite ematiche dopo i rapporti

Specialmente in caso di rapporti intimi, oltre ad avere dolore alla penetrazione, può accadere di notare delle perdite di sangue, subito dopo o nei giorni successivi al rapporto.
In molti casi le perdite ematiche in menopausa e in perimenopausa sono sintomatiche però di patologie lievi e benigne che possono quindi essere risolte con una visita ginecologica oppure con un trattamento specifico.
In ogni caso una visita dal ginecologo può essere risolutiva.
Ricorda che esistono trattamenti adeguati ma che una diagnosi precoce è fondamentale!
Vuoi un Teleconsulto ?

È facile! Richiedi un colloquio in videoconferenza da casa tua con un ginecologo esperto in menopausa vicino a te.

Vuoi un teleconsulto

Book readerI medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.


Staff Medico

Elena Vita

MSL & Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Maria Vittoria Oppia

Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Massimiliano Barattucci

Psicologo, Psicoterapeuta

Staff Medico

Rossella Nappi

Clinica Ostetrica e Ginecologa

Staff Medico

Emmanuele A. Jannini

Ordinario di Endocrinologia e Sessuologia Medica

Staff Medico

Roberta Rossi

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa