Quando la menopausa porta una ventata di desiderio nella coppia

Coppia senior felice

Si parla spesso di calo del desiderio ma per alcune fortunate donne non è così: la fine dell’età fertile può segnare una vera nuova era dei rapporti intimi. Ecco quando succede e quando invece la menopausa frena la voglia di intimità.

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di medici

Inutile girarci intorno: la menopausa può modificare l’intimità. Questo può accadere perché le variazioni ormonali assolutamente normali e fisiologiche durante questo periodo possono generare altri cambiamenti, più o meno visibili, sia nel tuo corpo che nella tua intimità.

Questi cambiamenti potrebbero farsi sentire nel rapporto con il tuo compagno: per molte la menopausa incide sul desiderio e può comportare una sorta di perdita di motivazione e di quella “spinta” sensuale, per altre rappresenta invece un momento felice. Il fatto di non essere più fertile può rappresentare un sollievo, un motivo di maggiore libertà di agire e di tranquillità, tanto da far risorgere – nel vero senso della parola – la voglia di stare insieme.

Se vuoi saperne di più qui ti spieghiamo come cambia l’apparato genitale femminile dopo i 50 anni,

In menopausa si riaccende il desiderio? Non è solo questione di fortuna

Sono donne fortunate quelle che sperimentano queste sensazioni e questo ritrovato sex-appeal dopo la menopausa?

No. Le donne che si sentono bene con se stesse dopo la fine della vita fertile esistono e sono principalmente persone positive, persone che accolgono i cambiamenti con entusiasmo, donne che comprendono che qualche piccolo disturbo può essere normale e che è segno che tutto va come deve andare: bene!

Molto dipende anche dalla cura e dall’attenzione verso se stesse prima, durante e dopo la menopausa: sono generalmente donne seguite da uno specialista esperto in menopausa, che hanno a cuore il proprio benessere fisico e psicologico, che fanno movimento fisico costante e che sono attente all’alimentazione.

Ma vediamo meglio se c’è qualche “segreto” da conoscere.

Quando la menopausa segna una nuova era dei rapporti intimi

Trova un esperto

L’aspettativa di vita si è così allungata che gli anni che una donna trascorre in menopausa corrispondono a circa un terzo della sua esistenza: troppi per pensare che, sparito il ciclo mestruale, spariscano anche desiderio e vita intima.

Se riesci a gestire qualche piccolo disagio e fastidio dei primi anni di climaterio, ti puoi anche sorprendere a ritrovare (persino più di prima) il desiderio e la passione, complici una serie di fattori:

  • La fine dell’età fertile “solleva” dalla preoccupazione di gravidanze indesiderate
  • A questo punto della vita spesso i figli sono ormai grandi e vivono fuori casa, per cui i ritmi rallentano e si ha più tempo da dedicare a te stessa
  • Generalmente, a questo punto della vita, la carriera lavorativa è all’apice: le posizioni assodate, meno preoccupazioni per la stabilità delle finanze familiari, più possibilità di togliersi qualche sfizio, di viaggiare, di fare esperienze esclusive. Questa possibilità va a tutto vantaggio della possibilità (e del piacere) di “rimettersi in gioco” sotto tutti gli aspetti.

Affrontare la menopausa con positività: quando la componente psicologica è la chiave

La componente psicologica fa la “parte del leone”. Guardare la menopausa senza lamentele ma con ferma convinzione che sia un evento normale e positivo può aiutare a trovare la chiave per godersela, fino in fondo.

Quali sono le convinzioni sulle quali puoi lavorare?cos'è l'atrofia vulvo vaginale

  • Accetta con serenità quello che accade a corpo e mente. La menopausa non è una malattia e per molti disturbi c’è un rimedio: basta scegliere di farsi seguire da un bravo ginecologo, se necessario da un terapeuta, e occuparsi di stare meglio (senza preoccuparsi di stare male)
  • Prenditi cura del tuo benessere con una sana e corretta alimentazione e la pratica di un’attività fisica (anche leggera ma costante). La pigrizia, la scarsa motivazione, l’apatia non portano miglioramenti.
  • Cura il tuo aspetto: vai dal parrucchiere, fai shopping, premiati con un pomeriggio in Spa ogni tanto, prova con i massaggi del viso (anche fai-da-te) per tonificare, rimpolpare e rinvigorire la pelle e guardati allo specchio per quella che sei: una splendida donna matura.

Ri-metterti al centro ti aiuterà anche sotto le lenzuola, che tu ci creda o no. La consapevolezza del corpo che hai oggi farà il resto.

Anche la complicità nel rapporto di coppia è fondamentale: se il desiderio non si affievolisce ma il piacere è più difficile da raggiungere o i rapporti alle volte sono dolorosi, è importante trovare nel partner un complice e un interlocutore attento per quei momenti nei quali è necessaria delicatezza e attenzione.

Il dialogo, in questo senso, è molto importante, ma perché sia efficace deve essere sincero e libero da imbarazzo.  La voglia c’è ma sul più bello qualcosa non va? La ricerca del piacere è intensa ma questo non è più lo stesso? L’importante è dirselo e, insieme, arginare gli ostacoli.  Se serve, anche rivolgendosi ad un ginecologo che aiuti la coppia a migliorare l’intimità in menopausa.

In menopausa aumentano desiderio e empatia: lo dice la scienza

Accade allora che la menopausa possa trasformarsi in un’opportunità: quella di vivere una nuova versione di te stessa, da accogliere con orgoglio e positività allontanando ansia e timori (per lo più infondati) per questa nuova stagione della vita. A confermarlo sono anche alcuni studi scientifici.

Secondo uno studio pubblicato sul Journals of Gerontology: Psychological and Social Sciences le over 50enni sono al top nella classifica dell’empatia. Più abili nell’ascolto e nel mettersi in relazione con gli stati emotivi di chi hanno davanti, hanno maggiori capacità empatiche delle ventenni e delle trentenni. Questo avrebbe, tra l’altro, l’effetto di aumentare il desiderio che è tutto un gioco di cosiddetti “segnali deboli”, non-detti, emozioni e sensazioni.

Una sana vita sessuale fa bene a tutte le età e, a dispetto dei luoghi comuni, ancor di più in menopausa perché contribuisce al mantenimento del benessere psico-fisico della donna: secondo uno studio dell’Anglia Ruskin University inglese (Cambridge), pubblicato sulla rivista Sexual Medicine, infatti, frequenti rapporti sessuali sono associati a una serie di vantaggi per il benessere psicologico e fisiologico.

E se ci sono dolori e fastidi, cosa si può fare?

 I piccoli disturbi fisici e psicologici che la menopausa può comportare possono avere un effetto negativo sul desiderio e sulla voglia di intimità. È bene ricordare, però, che si può fare molto rivolgendosi ad un ginecologo che risponda alle domande sui problemi più frequenti del sesso in menopausa.

I primi nemici dell’intimità in questo periodo sono generalmente bruciori, prurito intimo, secchezza e dolore durante i rapporti. Nel 50% dei casi questi fastidi sono sintomi di un disturbo molto diffuso tra le donne in menopausa (riguarda 1 donna su 2 e può iniziare a manifestarsi sin dalla perimenopausa), eppure poco conosciuta o sottovalutata, che si chiama Atrofia Vulvo Vaginale. Si tratta di una condizione patologica progressiva e cronica che causa un assottigliamento dei tessuti vulvari e può avere un forte impatto sulla qualità di vita.

Soltanto il ginecologo può diagnosticare l’Atrofia Vulvo Vaginale e individuare un percorso specifico adatto ad ogni donna, aiutandoti a ritrovare l’intimità ed il desiderio con il tuo partner.