Menopausa e problemi di cuore: quando l’amore è terapeutico

menopausa problemi cuore

La salute fisica passa anche dalla salute della coppia: chi ha una vita tranquilla e felice con il partner è meno predisposto agli sbalzi di pressione.

“C’est la vie, c’est l’amour”, cantava languidamente nel 1960 Jane Morgan, alludendo ai suoi problemi di cuore, quelli con l’amato lontano. La vita e l’amore sono però protagonisti di “problemi di cuore” anche di altra natura: quella medica.

Non è un caso se l’espressione indica entrambe le questioni: sbalzi di pressione o pressione alta, tachicardia o palpitazioni possono essere sintomatologie connesse con la menopausa che emozioni forti come quelle scatenate dai rapporti amorosi possono contribuire a migliorare o peggiorare.

Ma se il “cuore” come organo, non ha quasi più segreti per la medicina contemporanea, il “cuore” come sentimento ne nasconde invece ancora molti, soprattutto quando si fa riferimento alle incidenze dell’uno sull’altro.

Cuore, amore e menopausa

Noi donne siamo fortunate: durante la vita fertile siamo normalmente meno soggette a problemi cardiovascolari perché gli ormoni cos'è l'atrofia vulvo vaginale(soprattutto gli estrogeni) hanno anche l’effetto di proteggere l’apparato cardiocircolatorio.

Con l’arrivo della menopausa i livelli ormonali si modificano e questo fa aumentare, in parte, anche il rischio a livello cardiovascolare in generale.

Inoltre, spesso in associazione alle vampate di calore e sudorazioni notturne sintomi tipici della menopausa, si possono manifestare palpitazioni, meno pericolose ma comunque fastidiose e fonte di ansia: quel che accade è che si percepiscano i battiti cardiaci in modo intenso o addirittura violento e questo può preoccupare, aumentando lo stress. La tachicardia, invece, è spesso una manifestazione collaterale di altre patologie o stati psicofisici: in questo caso le pulsazioni del cuore aumentano davvero.

In ogni caso, quando si avvertono anomalie di qualunque genere, è opportuno recarsi dal proprio medico e riferire i disturbi o le sensazioni che si provano, senza dimenticare di inquadrare la propria condizione anche in un contesto ambientale ovvero raccontando le proprie giornate, se si sta vivendo un momento particolare, anche (e soprattutto) nella vita di coppia.

Un controllo medico è importante in qualunque momento della vita ma soprattutto in menopausa quando, sempre per effetto dei cambiamenti ormonali, si verifica nella donna anche un naturale aumento dei trigliceridi insieme al tasso di colesterolo LDL, (Low Density Lipoprotein) nel sangue.

Un rapporto di coppia sereno significa anche una salute migliore

Cosa c’entra tutto questo con l’amore?

Amore significa riposo, tranquillità, comprensione, passione, intimità e sorrisi. Questi sono gli ingredienti più importanti per un rapporto di coppia che funziona. Quando sussiste una situazione simile il corpo e la mente hanno un porto sicuro di approdo, un luogo dove lo stress non attecchisce.

È estremamente importante, per questo, cercare di mantenere un ambiente domestico sereno, che sia un posto “bello” per te e per il tuo partner. È scientificamente dimostrato infatti che litigi e gelosie peggiorano non solo l’umore, ma anche la salute.

Solitamente (ed è assolutamente normale) la pressione può aumentare momentaneamente dopo uno sforzo fisico o una tensione emotiva. Dunque un litigio o una tensione ma anche qualcosa di più banale, come la visione di un film particolarmente coinvolgente oppure il consumo di alcol, di caffè o tè (per la presenza di eccitanti), o il fumo di sigaretta, alterano temporaneamente la pressione arteriosa. Una volta cessato lo stimolo che ha provocato l’aumento, in individuo sano, tutto ritorna a valori normali.

Il disturbo vero e proprio inizia nel momento in cui la pressione non torna normale ma rimane alta con più costanza. Questo fenomeno viene chiamato “Ipertensione essenziale”, si riferisce al 95% dei casi ed è indipendente da malattie particolari.

In questi casi non si evidenziano particolari sintomi, mentre nel caso degli sbalzi di pressione (oltre i 160 di massima) possono manifestarsi cefalea, disturbi visivi e senso di stordimento.

Le fonti mediche non individuano dunque patologie correlate specifiche ma indicano nelle “condizioni di vita” un elemento importantissimo. Ecco che l’amore può essere fondamentale.

Trova un esperto

Ipertensione essenziale: l’amore può essere terapeutico?

Secondo psicologi e specialisti l’ipertensione avrebbe una dimensione simbolica molto forte: “Gli ipertesi hanno in comune una caratteristica evidente: uno spiccato bisogno di “gestire” le proprie emozioni”, si legge sul sito di un importante studio di psicologia.

Oltre le buone regole per mantenere organicamente un cuore sano (che ti ricorderò più avanti) sembra che l’amore e le passioni siano un potente “farmaco naturale contro l’ipertensione”.

Per proteggersi da tensioni e stress che mettono a repentaglio il nostro sistema cardiovascolare producendo ipertensione, è necessario ogni tanto rompere gli “argini” che rendono il fluire della vita troppo incanalato e ordinato, ovvero scardinare la routine.

L’amore è un metodo perfetto: fa battere il cuore salvandolo dall’ipertensione. Se è vero infatti che per ridurre i rischi occorre modificare il proprio stile di vita (ad esempio l’alimentazione), è anche vero che chi soffre di ipertensione ha bisogno di rinunciare all’ordine e alla disciplina a tutti i costi per concedersi emozioni e piaceri che consentano al sangue di pulsare e di nutrire il cervello con il combustibile di cui più necessita: stimoli nuovi, relax, apertura verso nuovi incontri e nuove esperienze.

Il trucco è allenarsi ad essere felici e curare il rapporto di coppia e l’intimità: l’eros fa bene soprattutto quando ha in sé la tenerezza, le coccole e la fantasia. In questo modo si entra davvero in relazione con l’altro, ascoltandolo.

No dunque ai rapporti meccanici senza reale coinvolgimento, sì invece al corteggiamento, ai preliminari, al gioco e alle novità che sono sempre piacevoli, anche quando – dopo la menopausa – avverti quei piccoli fastidi tipici dell’AVV che rendono i rapporti dolorosi.

Lasciarsi andare alla fantasia amorosa è il miglior farmaco per l’ ipertensione oltre che un’iniezione di energia per la coppia.

Le 5 regole per mantenere un cuore sano: i consigli della Fondazione Veronesi

Per una vita e un cuore sani, oltre l’amore, bisogna ricordarsi di rispettare però alcune regole fondamentali che la Fondazione Veronesi ricorda anche sul suo sito web:

  1. Tieni monitorati costantemente i tuoi valori. Ogni mese controlla la pressione sanguigna, il peso e, almeno una volta ogni anno, i livelli di glicemia e colesterolo. Fai periodici controlli anche dal ginecologo così da limitare l’incidenza dei disturbi tipici della menopausa e da ridurre lo stress, l’ansia e la preoccupazione che questi possono comportare alla tua vita di coppia.
  2. Fai attività fisica, anche leggera
  3. Limita l’assunzione di bevande alcoliche ed eccitanti e – soprattutto – non fumare
  4. Mangia cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno
  5. Come ricordato anche dalla cosiddetta Dieta della Longevità modera il consumo di carne; meglio il pesce, 2-3 volte alla settimana e fai attenzione a non esagerare con il sale.

 

(*) Referenze

  • Nappi RE, Climacteric 2015; 18: 233-240
  • Nappi RE and Kokot-Kierepa M. Climacteric 2012; 15:36-44
  • Nappi RE, et al. Maturitas 2013; 75:373-379

Book readerI medici e i professionisti che hanno contribuito alla realizzazione e alla validazione scientifica dei nostri contenuti.


Staff Medico

Elena Vita

MSL & Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Maria Vittoria Oppia

Medical Advisor Shionogi

Staff Medico

Massimiliano Barattucci

Psicologo, Psicoterapeuta

Staff Medico

Rossella Nappi

Clinica Ostetrica e Ginecologa

Staff Medico

Emmanuele A. Jannini

Ordinario di Endocrinologia e Sessuologia Medica

Staff Medico

Roberta Rossi

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa