“Hot Flash Havoc”. Arriva il documentario sulla menopausa da non perdere

donna con una vampata di calore

Non ancora disponibile in italiano, questo docu-film del 2016, narrato da una splendida Goldie Hawn, ha raggiunto il successo in pochissimo tempo negli Usa dove ha divertito e – finalmente – informato milioni di donne rispetto ai problemi meno conosciuti della menopausa.

Letteralmente “Hot Flash Havoc” si traduce con “La catastrofe delle vampate” ma di catastrofico, questo docu-film, ha ben poco. Si tratta di un lavoro illuminante, divertente, profondo ed è una specie di “crash-course in what you need to know about menopause” (Corso intensivo su ciò che devi sapere a proposito di menopausa”, ndr), si legge nella presentazione.

Il film è un montaggio commentato di una serie di testimonianze raccolte in giro per gli States. È stato giudicato come uno dei documentari più provocatori sulla condizione delle donne over50 e va contro gli stereotipi, la disinformazione e i terrorismi più diffusi a proposito di questa condizione fisiologica che tutte le donne, dopo una certa età, sono chiamate ad attravesare: “This misinformation caused confusion, hysteria, and fear among women as well as healthcare providers, endangering the health and well being of millions of women” (Questa disinformazione ha causato confusione, isterismo e paura tra le donne e tra gli operatori sanitari, mettendo in pericolo la salute e il benessere di milioni di donne, ndr).

Non si deve pensare che si tratti di un’operazione commerciale tout-cours. All’interno della produzione hanno collaborato attivamente 40 esperti endocrinologi, ginecologi e psicologi per fornire risposte date con leggerezza ma rigore scientifico a tutte le donne che vorranno sapere. Iniziando dal fatto che di menopausa bisogna parlare, bisogna parlare più di quanto non si faccia oggi e bisogna parlare con cognizione di causa.

9 cose che puoi scoprire guardando questo documentario sulla menopausa

Prima o poi arriverà anche in Italia, per il momento è possibile vederlo solo in lingua originale che poi così male non è (potere della cultura che mantiene il cervello allenato!). Ma perché guardarlo?

Le cose da imparare in questo documentario sono tante. Ecco le 9 più importanti:

1. Le regole dell’estrogeno

Una delle cose che le donne non conoscono a fondo è l’importanza degli ormoni nella regolazione di tutti gli eventi del corpo, dalla riproduzione, agli stati di ansia. Non conoscere questi aspetti significa anche non comprendere come e perché avvengono dei cambiamenti – a volte profondi – quando arriva la menopausa. E capire è importantissimo per poter comprendere qual è la strada giusta da compiere per riprendersi se stesse.

 

Se vuoi saperne di più sugli estrogeni e sul ruolo che hanno nel nostro corpo puoi approfondire qui:

2. Molte donne sono ancora confuse sulla menopausa

Forse anche tu, fermandoti, puoi ammettere che ci sono delle cose per le quali ti sei affidata più al buon senso oppure al pregiudizio, che alla scienza. Ad esempio sull’intimità dopo la menopausa: ancora oggi moltissime persone pensano che dolori, difficoltà ad avere rapporti intimi e calo del desiderio siano una conseguenza ‘normale’ della menopausa. Non è affatto così e bisogna saperlo per prendere delle contromisure efficaci.

3. Il nascondino dei mariti

Menopausa, ormoni e sbalzi d’umore li spaventano, a morte. È come se la menopausa non fosse affar loro. La maggior parte di essi non vuole entrarci e si limita a costatare come la propria compagna o moglie sia diventata improvvisamente intrattabile e irascibile. Tutto qua. Invece il loro contributo potrebbe essere fondamentale per superare i primi momenti di cambiamento e abbracciare insieme questa nuova fase di vita.

4. C’è più di un’opzione che puoi prendere in considerazione

La menopausa è un evento fisiologico, e questo sembra abbastanza chiaro ai più. La menopausa non è dunque una malattia da “curare”. Quello che invece può accadere è che qualche conseguenza secondaria, qualche contraccolpo venga accusato dal corpo oppure dalla psiche. In questi casi occorre essere proattive: ci sono tante strade, molte delle quali personalizzate, che si possono percorrere e scegliere in base ai propri convincimenti e alle proprie preferenze e, naturalmente, in base ai consigli di un bravo specialista al quale è necessario rivolgersi.

5. Il cancro al seno spaventa

Trova un esperto

Le malattie cardiovascolari anche e non bisogna arrendersi alla buona sorte che protegge o meno il corpo dopo la menopausa. Si può fare moltissimo per prevenire queste malattie, l’importante (anche in questo caso) è prendersi cura di se stesse nel modo giusto, adottando un approccio completo, che parta dall’alimentazione, attraversi l’attività fisica, uno stile di vita sano e la scelta di percorsi di cura compatibili con la salute.

6. La salute è uno sport di squadra e la prevenzione è un vantaggio 

Bisogna collaborare attivamente e in prima persona per agevolare il lavoro degli specialisti, come se tu e il gruppo di medici che segue la tua salute (il medico di famiglia, il cardiologo, il ginecologo, altri specialisti) foste una squadra lanciata verso l’obiettivo: la salute piena. Cosa puoi fare da subito per ottenere un risultato vantaggioso? Fissa un appuntamento con un ginecologo esperto in menopausa e racconta senza timori quello che ti sta succedendo e ciò che ti preoccupa maggiormente.

7. Noi donne, siamo uniche 

Ognuna di noi funziona a modo suo, ognuna avverte i disagi della menopausa in modi differenti, non esiste una regola universale né un intimità e menopausapercorso di cure che vada bene per tutte. Ecco perché queste particolarità – quando serve – meritano un approccio medico, scientifico e psicologico personalizzato al 100%. Mai come in questi casi non esiste un suggerimento che vada bene per tutte.

8. L’esercizio fisico è fondamentale

e lo so che te l’hanno detto e ridetto. Ma tant’è. Da questo punto di vista non ci sono sconti né scorciatoie e devi rassegnarti a prendere la decisione più saggia, quella di incominciare a fare attività fisica. Fatti consigliare dal tuo medico curante e scegli un’attività fisica leggera, adatta al tuo stato fisico ma falla con costanza. I benefici in termini di salute non tarderanno ad arrivare.

 

Se vuoi conoscere i benefici dello sport in menopausa, puoi approfondire leggendo qui:

9. Parlarne è importantissimo, parlarne è risolutivo

e devi farlo sia con il tuo partner, che con il ginecologo che con le amiche. In ogni caso può essere di grande importanza e aiutarti a evidenziare la vera natura del problema e il metodo per superare disagi e fastidi connessi alla menopausa e all’Atrofia Vulvo Vaginale.

Impegnati a superare imbarazzi e timori, e ricorda che avere una vita intima dopo la menopausa non è solo normale ma è anche importante per preservare la tua salute genitale. L’amore non ha età, tantomeno quello fisico e va coltivato.

(*) Referenze

  • Nappi RE, Climacteric 2015; 18: 233-240
  • Nappi RE and Kokot-Kierepa M. Climacteric 2012; 15:36-44
  • Nappi RE, et al. Maturitas 2013; 75:373-379