L’amore ai tempi della menopausa. Voci di donne

Storie di donne

In questo articolo ti proponiamo alcune storie di donne e di vita di coppia legate alla difficoltà di parlare dei disagi intimi che possono dipendere dalla menopausa e, in particolare, dall’Atrofia Vulvo Vaginale. La loro esperienza può esserti di aiuto per convincerti che l’amore ai tempi della menopausa può e deve essere vissuto serenamente.

A questo articolo hanno collaborato i nostri medici e specialisti

 

L’arrivo della menopausa potrebbe modificare la sfera dell’intimità e, di conseguenza, causare qualche disagio che potrebbe influire negativamente sulla vita di coppia. La carenza ormonale fisiologica al termine della vita fertile, infatti, potrebbe portare con sé alcuni fastidi intimi che potrebbero influenzare il tuo benessere di donna e, di riflesso, il rapporto con il tuo partner.

Si tratta di un’eventualità da non trascurare: le conseguenze sul piano psicologico potrebbero tradursi in senso di vergogna e inadeguatezza (nella relazione con il partner),accompagnati da stress, nervosismo, ansia, irritabilità.Secondo un sondaggio realizzato dallo studio epidemiologico “EVA”, 9 donne su 10 tra i 45 e i 75 anni fanno i conti con la secchezza vaginale e il dolore durante i rapporti. Eppure se ne parla ancora poco per tanti motivi che includono la ritrosia di molte donne a parlarne con il ginecologo (per vergogna, principalmente). Abbiamo raccolto per te alcune storie di donne, diverse eppure simili per molti aspetti, che potrebbero aiutarti (se è il tuo caso) a squarciare il velo di  imbarazzo e a trovare il coraggio di raccontare il tuo disagio in amore.

Carla e la vita di coppia che cambia con la menopausa

Carla ha 59 anni, professionista sposata da 35 anni, racconta il suo stupore nel prendere atto che l’arrivo della menopausa stava cambiando “qualcosa” nell’unione solida e duratura con suo marito. Le cause? Secchezza vaginale, dolore durante i rapporti e, di conseguenza, calo del desiderio. Nervosismo e irritabilità, che sono stati il corollario a questa situazione, hanno determinato un allontanamento latente, sottile, dall’intimità con il compagno. Il pensiero ricorrente di Carla era che forse non era più tempo di vivere un rapporto fisico con il marito e che fosse normale, in menopausa, attraversare questo cambiamento di atteggiamento nei confronti del sesso.

Il ginecologo risponde

Non è questo l’atteggiamento giusto da tenere: avere una vita intima normale e soddisfacente è un diritto di ogni donna, indipendentemente dall’età. L’ Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) indica che la “salute sessuale è indispensabile per il benessere di un individuo”. Continuare ad avere rapporti con il partner è importante sia per la salute vaginale che per quella psicologica e di coppia. La menopausa è fisiologica, arriva per tutte le donne ed è dunque normale, ma il dolore, i fastidi e la secchezza vaginale, accompagnata o no da sanguinamenti, non devono essere trascurati.
Per questo è molto importante parlare con il ginecologo senza vergogna dei tuoi disturbi e, eventualmente, non esitare a chiedere un secondo parere a un altro professionista, magari specializzato in menopausa.

Nicoletta: la passione che non può finire nella rinuncia

Trova un esperto

Nicoletta, 66 anni, oltre 40 al fianco del padre dei suoi figli, non ha invece perso il desiderio e vorrebbe continuare ad avere rapporti con il  partner. La loro è una storia che non ha mai vissuto momenti di stanca dal punto di vista fisico e c’è ancora un grande feeling. Nella post-menopausa, Nicoletta ha visto lentamente crescere dei disagi fastidiosi e imbarazzanti che le hanno impedito, inizialmente, di vivere la sua intimità come sempre. Così ne ha parlato con alcune amiche che le hanno dato diversi consigli: lavande, creme lubrificanti, rimedi naturali di vario genere che, però, non le sono stati d’aiuto. Nicoletta però è una donna romantica e ancora innamorata ma non vuole rifugiarsi nell’idea che ciò che la lega all’uomo con cui ha condiviso una vita possa nutrirsi solo di sentimento.

Il ginecologo risponde

Anche se accontentarsi può sembrare a volte un passo misurato, quando parliamo di una coppia che vuole continuare a nutrire i sentimenti, anche attraverso la sessualità, non si può cadere nell’errore di ignorare i segnali che il corpo invia. Il problema di Nicoletta, come di molte donne della sua età, potrebbe essere l’Atrofia Vulvo Vaginale, una condizione frequentissima in menopausa e post-menopausa che tende a peggiorare con il passare del tempo se non opportunamente trattata.

Per questo è molto importante rivolgersi a un ginecologo esperto in menopausa, l’unico che possa rispondere alla domanda “Cosa posso fare?”. I rimedi casalinghi o consigliati dalle amiche, benché possano far ben sperare in una soluzione, spesso non solo sono inutili ma potrebbero rivelarsi persino dannosi.

Laura, un nuovo amore dopo i 55 e la paura di affrontare l’intimità

Laura, 55 anni, ha alle spalle una relazione finita nella routine. Una di quelle storie lunghe che poi, ad un certo punto, ti ritrovi a osservare dal di fuori, con occhi diversi, più “maturi” e che ti fanno esclamare: “Ma che ci faccio io qui?!”
Ecco. Questo improvviso risveglio le era capitato alle soglie della menopausa, un cambiamento radicale, esterno, ma soprattutto interno. Un evento della vita inevitabile e che lei non Fastidi intimi durante la menopausafinirà mai di benedire per essere sopraggiunto a darle un’altra possibilità di innamorarsi.

Così ha incontrato Sergio, quando la crisi con il suo ex era già acclarata. E già quella sera si era svegliato in lei un desiderio che non ricordava più: era la sua pelle che lo desiderava, più che il suo cuore… Peccato che il suo cervello continuasse a funzionare ancora a pieno e a ordinarle che no, non era la scelta giusta abbandonarsi alla passione così in fretta. Ma con Sergio aveva già accettato di vedersi ancora, per un altro appuntamento. E poi per un altro ancora. Fino a quando, dopo aver trovato il coraggio di lasciare “la strada vecchia”, bisognava trovare quello di rimettersi in gioco fisicamente con un’intimità tanto desiderata, quanto complicata. Oltre al risveglio della mente, la menopausa le aveva portato anche qualche disagio intimo fatto di piccole perdite, pruriti e, soprattutto, difficoltà a raggiungere il piacere.

Il ginecologo risponde

Laura ha avuto la possibilità di incominciare una storia d’amore nuova e appassionante e questo le dà un vantaggio sulle sue coetanee: il suo problema non è la mancanza del desiderio o “l’abitudine” di un rapporto di lungo corso che potrebbe rendere l’amore meno interessante o meno frequente. Lei desidera un rapporto intimo e soddisfacente ma ha paura che possa essere diverso da come se lo aspetta per via dei suoi piccoli disturbi intimi. Ciò che Laura e le donne come lei devono sapere è che la paura non porta soluzioni.

Se hai dei dubbi che ti turbano puoi rivolgerti al tuo ginecologo e parlargli con franchezza dei tuoi interrogativi e della situazione che stai vivendo.

Quali possono essere le principali problematiche dell’amore in menopausa

Dietro la difficoltà ad amare che queste donne ci hanno raccontato, infatti, ci sono le scomode conseguenze che le variazioni ormonali possono avere sia sul piano fisico che su quello psicologico:

Queste problematiche, oltre a rendere più difficile l’intimità con il proprio partner, possono rendere disagevole la quotidianità e quindi influire negativamente anche sul benessere e sulla qualità di vita.